"Io resto a casa", un documentario racconta l'altra Italia

Il primo ad affrontare la quarantena sullo schermo è il documentario "Io resto a casa" di Paolo Casalis, realizzato senza mai uscire di casa. "La mattina del 10 marzo - racconta il regista braidese - come tutti gli italiani mi sono risvegliato in quarantena". Un evento epocale, di fronte al quale, il primo istinto di un documentarista non può che essere quello di raccontare la realtà.

Gli altri video di Cronaca