Parma, quattro famiglie e un'auto condivisa: parte il car sharing di vicinato

Quattro famiglie e un'auto elettrica condivisa: la mobilità cambia dal basso, dai cittadini, in Oltretorrente. Quattro amici vicini di casa hanno dato vita a un'associazione, la Dynamo Oltretorrente, e presentato un progetto che ha vinto un bando indetto dall'agenzia per la mobilità di Milano. Nicola Dall'Olio spiega come funziona questa nuova frontiera della mobilità, un sistema in cui l'auto di proprietà tende a passare progressivamente in secondo piano. Si tratta del primo esempio attivo in Italia con questa formula: "La nostra mission come associazione ha una parte concreta, cioè avere un mezzo elettrico e condividerlo, evitando di comperare nuove auto, e liberare dello spazio nella città. Vogliamo sperimentare questo modello e fare in modo che possano essere anche altri che adottano forme di car sharing di gruppo che, tra l'altro, comportano una riduzione dei costi per le famiglie".La novità è stata presentata nel parco Nevicati di Collecchio in occasione della serata Siamo Volontariato.

Gli altri video di Cronaca