Realtà virtuale contro l'ictus, così a Ferrara si curano i pazienti

L'idea di due ricercatori Unife e Sant'Anna, Antonino Casile e Sofia Straudi, per migliorare il recupero degli arti. Gli strumenti sono un visore e un software, che introducono il paziente in un'ambientazione tridimensionale grazie alla quale è possibile esercitarsi. Una delle applicazioni ulteriori è la telemedicina: il paziente a casa, lo specialista in studio. La sperimentazione si concluderà a inizio 2022, i pazienti reclutati sono una trentina. Nel video realizzato da Unife e Sant'Anna si vede come funziona questa tecnologia.

Gli altri video di Cronaca locale