Sea Watch, Linardi: "Da Gdf manovra ostruttiva, Carola non voleva bombardare. Nessuno ha fermato chi la insultava"

"Noi crediamo che sia irresponsabile che anche nel momento in cui è stato violato un alt si faccia questo tipo di manovra ostruttiva nei confronti di una nave che non voleva certamente bombardare". Giorgia Linardi, portavoce della Sea Watch, punta il dito sulla manovra della motovedetta della Guardia di Finanza urtata dal mezzo della ong mentre ancorava in porto a Lampedusa nonostante il divieto dell'autorità portuale. L'organizzazione difende la comandante Carola Rackete che ha forzato il blocco per sbarcare dopo 17 giorni di stallo i migranti raccolti in mare. "Stessa attenzione non hanno avuto le forze dell'ordine per la gente che insultava al porto", sottolinea Linardi.

 

di Giorgio Ruta

Gli altri video di Politica