Sea Watch, Toninelli: "Giusto il fermo della capitana"

"La situazione di pericolo è stata creata ad arte violando la legge della navigazione internazionale e dello Stato italiano da parte dell'equipaggio della Sea Watch. Essendo in uno stato di diritto la legge va rispettata e di conseguenza è giustissimo il fermo applicato nei confronti del capitano di quell'equipaggio". Così il ministro alle infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, ha risposto ai cronisti a Viareggio, a margine delle commemorazioni per i 10 anni dalla strage ferroviaria, sul caso della nave con a bordo 40 migranti sbarcati a Lampedusa dopo 17 giorni in mare. Lo sbarco è avvenuto nella notte, dopo che la capitana Carola Rackete ha deciso di entrare nel porto commerciale dell'isola senza autorizzazione preventiva, invocando lo stato di necessità. Rackete è stata arrestata dai finanzieri appena scesa dalla nave e ora si trova ai domiciliari con l'accusa di "resistenza o violenza contro nave da guerra", un reato che prevede una pena da tre a dieci anni. Leggi l'articolo
 
video di Giulio Schoen

Gli altri video di Politica