Tangenti in Lombardia, Lara Comi interrogata in tribunale: "Accuse inesistenti, lo dimostreremo"

L'ex eurodeputata di Forza Italia, agli arresti domiciliari per corruzione, truffa e finanziamento illecito ai partiti, è arrivata al tribunale di Milano per l'interrogatorio di garanzia davanti al gip nell'ambito dell'inchiesta "Mensa dei poveri", su un presunto giro di tangenti in Lombardia. Evitando le domande dei cronisti, ha lasciato che il suo avvocato, Gian Piero Biancolella, rilasciasse una dichiarazione alla stampa: "La dottoressa Comi respinge le accuse che le vengono mosse e - ha aggiunto - dimostrerà, con documentazione acquisita nel corso delle indagini ma non utilizzata per formulare le ipotesi accusatorie, che sono inesistenti"

 

di Daniele Alberti e Andrea Lattanzi

Gli altri video di Politica